DSS Online #3: Data Science vs Data Engineering: il lato robusto dell’AI

Venerdi 2 Ottobre 2020, Piero Cornice di Signal AI ci ha raccontato da Londra la sua esperienza da Software Engineer incaricato di mettere in produzione in real time i modelli di NLP realizzati dal team di Data Scientists dell’azienda. La sfida è tecnica ma anche umana.

Lasciaci un feedback sull’evento, a questo link!


Piero Cornice è Technical Lead a Signal AI , un’azienda britannica che si occupa di aumentare il potere decisionale dei propri clienti estraendo informazioni da notizie in tempo reale. Ingegnere informatico con un background in sistemi embedded e media streaming, negli ultimi anni ha lavorato su sistemi di raccomandazione e Natural Language Processing.

La Data Platform di Signal AI processa oltre 4 milioni di documenti al giorno, analizzando in tempo reale entità, argomenti, sentimenti, e altri fattori. Allo stesso tempo tale infrastruttura consente di sviluppare e sperimentare agilmente nuovi modelli di machine learning.

Estrarre informazioni automaticamente da un grande volume di testi in tempo reale presenta sfide su più livelli. In Signal AI abbiamo individuato due aspetti fondamentali per affrontarle: le scelte tecnologiche e la collaborazione tra ingegneria e ricerca.

Le scelte tecnologiche richiedono di bilanciare l’adozione di soluzioni off-the-shelf con lo sviluppo di tool specializzati. La collaborazione tra ricercatori e ingegneri gioca un ruolo vitale per l’innovazione e la velocità con cui temi di ricerca possono trovare uno sbocco applicativo. Tuttavia non è facile trovare un punto d’incontro tra i processi della ricerca e quelli della messa in produzione.

Questo intervento descrive le principali soluzioni tecniche e organizzative che hanno permesso al team di raggiungere tali risultati, con l’obiettivo di condividere le lezioni imparate lungo il percorso.

Slide di Piero Cornice (8.7M pdf)

DSSOnline #1 – Data Science e Domanda Turistica post Covid-19

In attesa di poterci vedere nuovamente di persona quando finalmente sarà passato questo brutto periodo di emergenza, DataScienceSeed ritorna con la sua prima edizione Online!

Ovviamente si parla di Datascience & COVID, anche se vogliamo farlo da un punto di vista particolare, pensando agli effetti che l’epidemia potrà avere sull’industria del turismo. Ce ne ha parlato Anna Codispoti, Data Science Manager in Costa Crociere. Per approfondire alcuni temi  e stimolare la discussione tra i relatori e con il pubblico, abbiamo previsto gli niterventi di Francesco Cricchio, CEO di Brain e Riccardo Beltramo, dell’Università degli Studi di Torino. A loro si è aggiunto un interessantissimo intervento fuori programma di Lara Congiu.

Se avete partecipato, dateci un feedback!


Data Science e Domanda Turistica post Covid-19

Viaggiare ha un ruolo importante nella vita di tutti noi. Ci aiuta ad ampliare i nostri orizzonti ed a soddisfare il nostro istinto primario di scoperta e esplorazione. E’ questo probabilmente il motivo per cui l’industria del turismo è riuscita negli anni ad affrontare diverse sfide e crisi globali, quali attacchi terroristici, epidemie e disastri naturali. Anche nella situazione attuale, che sta vendendo l’intera economia globale vivere una crisi profonda, il settore turistico sarà probabilmente uno di quelli che porterà i segni lasciati dal Covid-19 più a lungo. Nonostante la situazione senza precedenti renda difficile fare stime affidabili, analizzando modellizzazioni di eventi passati, dati di trend e survey sull’attuale consumer sentiment, è possibile scomporre la “travelling anxiety” nei suoi elementi essenziali e cercare di misurare in questo modo l’impatto che l’attuale pandemia avrà sulla domanda turistica, separando impatti a breve e a lungo termine.

Anna Codispoti è Data Science Manager in Costa Crociere S.p.A., con un Ph.D. in Matematica e Applicazioni conseguito presso l’Università degli studi di Genova ed un G.M.P. conseguito presso la ESCP Business School. I progetti curati dal team di Data Science che coordina coinvolgono diverse aree aziendali, come ad esempio il pricing dei prodotti di bordo, lo sviluppo di sistemi di ottimizzazione e forecasting o sistemi di raccomandazione su piattaforme web. Le sue principali aree di interesse sono la Modellazione Matematica, il Machine Learning e Big Data come strumenti di Business Decision Making e Customer Engagement.

Slide presentate da Anna (PDF 1.7M)

Ed ecco i link degli articoli di Anna su Medium:

Covid-19 and touristic demand

When will we start dreaming our next trip again?

Francesco Cricchio e’ il CEO di Brain, un’azienda di ricerca che crea set di dati e algoritmi proprietari per strategie di investimento, combinando competenze in Finanza con competenze in Statistica, Machine Learning e Natural Language Processing. L’intervento sarà focalizzato sull’applicazione di queste tecniche per monitorare le conseguenze dell’epidemia sui mercati finanziari e su settori specifici.

Slide presentate da Francesco (PDF 2M)

Riccardo Beltramo è Professore Ordinario all’Università degli Studi di Torino, Dipartimento di Management. Svolge ricerche nel campo del turismo sostenibile prevalentemente in ambito montano. Lavora nel campo dell’Ecologia industriale e svolge ricerche sui sistemi di gestione integrati, applicati ad attività manifatturiere e di servizi ed alle aree industriali. Attualmente insegna Environmental Management Systems, Tourism Eco-Management ed Ecologia industriale presso la Scuola di Management ed Economia.

Purtroppo il collegamento con Riccardo è saltato prima che potesse iniziare l’intervento in diretta, quindi ha registrato il suo contributo  successivamente.

Slide di Riccardo (17M PDF)

Agli interventi previsti si è aggiunto un interessantissimo fuori programma della gentilissima Lara Congiu,  che lavora presso la Commissione Europea di Bruxelles proprio all’intersezione tra turismo, sostenibilità e data science.

Ecco il folder di documenti a cui fa riferimento Lara nel suo intervento. Una miniera di informazioni e link.

Zip file 19M

 


Il meetup DataScienceSeed fa parte delle iniziative dell’associazione

IAML, Italian Association for Machine Learning